2011 PORTOGALLO

In Portogallo, la cultura e il patrimonio hanno delle caratteristiche uniche che nascono da episodi storici e dall’indole di un popolo che ha imparato con il resto del mondo e ha saputo adattare quello che ha appreso al suo modo d’essere e al territorio.
In Portogallo si trovano luoghi di notevole bellezza naturale, con ricca fauna e flora, dove l’uomo e la natura vivono in perfetta armonia. Molte di queste aree, che vengono protette per conservarne la biodiversità, sono state classificate come Parchi e Riserve Naturali.

 

Primo giorno – Sabato 2 luglio 2011. Partenza da Venezia verso Lisbona con volo TAP. Arrivo nel pomeriggio. Presa in consegna dell’auto a noleggio e trasferimento in Hotel. Visita alla Pasteis di Belem. Cena oltre il Rio Tejo a Cacilhas. Rientro a Lisbona e pernottamento.

Secondo giorno – Domenica 3 luglio 2011. Partenza da Lisbona verso Sesimbra villaggio di pescatori situato in una baia dominata da un castello del XII secolo dove faremo la colazione.
Proseguimento verso Setubal, terzo porto del paese, e visita dell’Igreja de Jesus chiesa eretta alla fine del XV secolo in stile gotico-manuelino.Quindi destinazione Monsaraz il cui centro storico, in collina e interdetto al traffico, è rimasto intatto dal XVII secolo. Cena e pernottamento.

Terzo giorno – Lunedì 4 luglio 2011. Dopo la colazione in un simpatico patio, visita delle cittadine di Mourão, Moura e Serpa.
Proseguimento per Beja, importante città romana nota col nome di Pax Julia. Quindi rientro a Monsaraz per la cena ed il pernottamento.

Quarto giorno – Martedì 5 luglio 2011. Colazione. In mattinata visita della città di Évora. Per la numerosa presenza di testimonianze architettoniche negli stili più vari (gotico, rinascimentale, manuelino, neoclassico, manieristico e barocco) è considerata una città-museo e dal 1986 è Patrimonio dell’umanità UNESCO.
Nel pomeriggio si prosegue verso Marvão passando per Évora Monte e Estremoz . Cena e pernottamento.

Quinto giorno – Mercoledì 6 luglio 2011. Colazione a Marvão. Quindi si riprende il viaggio verso il Nord visitando le cittadine di Castelo de Vida e Portalegre. Superato il Rio Tejo si punta verso Tomar dominata da un castello-fortezza dei Templari e dell’ Ordine di Cristo. Ogni quattro anni si celebra a Tomar la “Festa dos Tabuleiros” o “Festa do Divino Espírito Santo” una tra le manifestazioni culturali e religiose più antiche del Portogallo.
La caratteristica principale della Festa è la parata o processione, con un numero variabile di Tabuleiros. I Tabuleiros devono avere l’altezza della ragazza che lo porta sopra la testa, con trenta pani distribuiti in cinque o sei rami che partono da un cesto di vimini ed terminano in alto con una corona sormontata dalla Colomba dello Spirito Santo o dalla Croce di Cristo.
Cena e pernottamento.

Sesto giorno – Giovedì 7 luglio 2011. Colazione. Nella giornata odierna visiteremo due dei principali monumenti del Portogallo entrambi inseriti nelle liste dei Patrimoni dell’umanità.
A Tomar il Convento dell’Ordine di Cristo in Portogallo, sede dei cavalieri templari costruita nel XII secolo. In seguito alla dissoluzione dell’Ordine dei templari, avvenuta nel XIV secolo, il ramo portoghese dell’ordine si trasformò nell’Ordine del Cristo che finanziò le grandi scoperte del quindicesimo secolo.
Successivamente il Monastero di Batalha o Convento de Santa Maria da Vitória costruito in stile manuelino. Venne fatto edificare da Giovanni I come segno di ringraziamento per la vittoria nella battaglia di Aljubarrota, contro il re di Castiglia.
Rientro a Tomar. Cena e pernottamento.

Settimo giorno – Venerdì 8 luglio 2011. Colazione. Partenza per Coimbra città famosa per la sua antica Università, fondata nel 1290.
Lungo il percorso sosta a Conìmbriga, ex città Romana della Lusitania, uno dei più grandi siti archeologici romani in Europa. Cena e pernottamento.

Ottavo giorno – Sabato 9 luglio 2011. Colazione. In mattinata visita del Convento dell’Ordine di Cristo, o più semplicemente Convento di Cristo a Tomar, fortezza appartenente ai cavalieri templari costruita nel XII secolo.
Fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 1983. Nel pomeriggio trasferimento a Batalha.
Visita del Monastero di Batalha o Convento de Santa Maria da Vitória. Costruito in stile manuelino, venne fatto edificare da Giovanni I come segno di ringraziamento per la vittoria nella battaglia di Aljubarrota, contro il re di Castiglia, combattuta nel 1385 nei pressi del luogo in cui fu costruito il monastero e vinta dall’esercito portoghese in inferiorità numerica rispetto al nemico. Anch’esso fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 1983. Trasferimento a Porto. Cena e pernottamento

Nono giorno – Domenica 10 luglio 2011. Colazione. Visita a piedi della città di Porto. Porto è la seconda città del Portogallo dopo Lisbona, ed è situata sulla sponda nord del fiume Douro. Molto note le sue cantine dove si produce il Porto. Il suo centro storico fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 1996. Partendo dalla Torre dos Clérigos raggiungeremo l’Estação Ferroviária de Porto-São Bento, il Palacio da Bolsa, l’Igreja de São Francisco. Nel pomeriggio la Ribeira per poi, passando il Ponte de Don Luis I, arriveremo a Vila Nova de Gaia con le sue cantine. In serata escursione a piedi verso São Pedro da Afurada. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Decimo giorno – Lunedì 11 luglio 2011. Colazione. Si prosegue con la visita a piedi della città di Porto. Partendo dal Mercado do Bolhão si raggiungerà la Libreria Lello, il Carmo, il Palácio de Cristal e infine la Casa da Música.
Nel pomeriggio in auto raggiungeremo le spiaggie a nord a Matosinhos e quelle a sud a Vila Nova de Gaia. Rientro in albergo e pernottamento.

Undicesimo giorno – Martedì 12 luglio 2011. Dopo colazione ci si dirige a Nord per visitare le città di Guimares e Braga.
Guimaraes è conosciuta come il luogo di nascita della nazione portoghese, essendo stata la prima capitale della nazione e avendo dato i natali al primo re Afonso I. Nel 2001 Guimaraes è stata inserita nella lista UNESCO dei luoghi patrimonio mondiale dell’umanità.
Braga è una delle più antiche città della nazione. Vicino a Braga visiteremo il santuario Bom Jesus do Monte che si erge in cima ad una monumentale scalinata barocca.
Prima di rientrare a Porto per la cena visiteremo ancora le città di Ponte de Lima con il suo ponte mediovale e Viana do Castelo. Pernottamento.

Dodicesimo giorno – Mercoledì 13 luglio 2011. Colazione. Quindi si lascia Porto e si prende la via del ritorno verso il sud seguendo la costa atlantica. Verso ora di pranzo si visiterà la Reserva Natural das Dunas de São Jacinto effettuando una passeggiata all’interno dell’area protetta di un paio d’ore. Quindi aggirando la Laguna de São Jacinto si proseguirà verso Leiria dove ceneremo e pernotteremo.

Tredicesimo giorno – Giovedì 14 luglio 2011. Colazione nella piazza centrale. Mattinata dedicata ai Monasteri inseriti negli elenchi dei luoghi patrimonio mondiale dell’umanità.
Dapprima si rivisiterà il Mosteiro da Batalha edificato in segno di ringraziamento per la vittoria nella battaglia di Aljubarrota. A pochi chilometri dal monastero si può vedere il luogo dove si combattè appunto la Batalha de Aljubarrota.
Proseguendo si visiterà il Mosteiro de Santa Maria de Alcobaça (patrimonio Mondiale UNESCO dal 1989).
Nel pomeriggio si sosterà ad Óbidos cittadina caratterizzata dalla cinta di mura fortificate ancora intatte e dal borgo situato all’interno. Dopo che la prima regina del Portogallo Santa Isabella la ebbe in regalo è consuetudine dare in dote alle regine del Portogallo questo splendido borgo.
Successivamente punteremo verso il mare verso Peniche, località marittima nota per il surf. Visita del Forte trasformato in carcere per prigionieri politici all’epoca dell’Estado Novo (1933-1947).
Infine raggiungeremo Lisbona. Cena e pernottamento.

Quattordicesimo giorno – Venerdì 15 luglio 2011. Giornata dedicata alla visita di Lisbona. In mattinata giro turistico a piedi del quartiere dell’Alfama, il più antico quartiere di Lisbona.
Nel pomeriggio trasferimento al Parque das Nacoes, parco realizzato in occasione del EXPO del 1998. Cena a Cacilhas. Rientro a Lisbona per il pernottamento.

Quindicesimo giorno – Sabato 16 luglio. Trasferimento diretto a Belém per la colazione.
Visita dei monumenti principali di Belèm: Mosteiro dos Jerónimos e Torre de Belém (classificati congiuntamente patrimonio dell’umanità dal 1983) e Monumento aos Descobrimentos.
Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto per il rientro a Venezia previsto nella tarda serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.